Chi Siamo

CHI SIAMO

Quando devo rispondere alla domanda “chi sei?” sono sempre un po’ indecisa. Non perché io non sappia chi sono, ma perché la vita mi ha già permesso di vestire molteplici ruoli.

 

Sono nata a Milano, in una famiglia che mi ha cresciuta in un ambiente estremamente sereno, protetto, e, se vogliamo, fortunato.

 

L’oreficeria è nel mio DNA da generazioni. Nel secondo decennio del ‘900 infatti, i fratelli Giovanni, Anselmo e Vincenzo Medetti (mio nonno) aprivano a Milano la loro oreficeria in via Morigi, trasferita subito dopo la guerra in via S. Orsola. In guerra infatti la prima sede fu bombardata e si racconta che i tre fratelli trovarono intatta sotto le macerie la cassaforte contenente i lavori in corso.

 

Negli anni, l’oreficeria sarà guidata dapprima da Vincenzo coi suoi figli Angelo ed Enzo (mio padre), poi solo da questi ultimi e prenderà il nome di Medetti Gioielli, con sede in via Victor Hugo. Ricordo ancora la vista del Duomo di Milano dalla finestra del laboratorio, ma anche il buon profumo delle prelibatezze di Giovanni Galli e di Garbagnati!

 

Si eseguivano elaborati lavori, per non dire opere d’arte, su ordinazione. Quello più famoso è la Corona della Madonna del Duomo di Paternò, ancora oggi visibile sul capo della Statua.

Ci sono due parole nel mio vocabolario che mi fanno emozionare e commuovere: Famiglia e Terra.

La mia Famiglia per me è stato l’inizio e sarà il termine ultimo, la stella polare, il centro dell’obiettivo. Non c’è nulla di più importante di questo per me. Forse perché mio padre e mia madre mi hanno dato tutto, mi hanno permesso di studiare e mi hanno indirizzata con delicato sostegno verso i miei sogni. Ed ora ho mio marito, Piermario e la nostra splendida bambina, Caterina, ed insieme abbiamo il nostro piccolo immenso mondo.

Milano è la mia città, non solo perché mi ha dato i natali, ma perché amo viverla, amo quando mi innalza e mi travolge, mi investe, mi strattona e mi schiaccia. E’ quasi una persona, dai mille caratteri e ciascuno di essi va saputo gestire nel bene e nel male. Ma è sempre la mia Terra, ed io ho un posto per lei al centro dei miei ricordi e del mio futuro. La Sardegna è invece la Terra che mi ha ospitata, che mi ha permesso di fermarmi e di crescere, di prendere fiato e ripartire, attorniata da persone approdate da ogni dove, ciascuna delle quali mi arricchisce e mi stimola verso nuovi orizzonti.

Posso iniziare la mia storia raccontando che non sono mai stata orafa, e non lo sono oggi. Ci sono infatti preparatissimi e talentuosi professionisti che creano i miei gioielli. Ho studiato all’Università Cattolica di Milano dove sono Laureata in Economia assicurativa e Previdenziale. Il mio sogno era lavorare con i numeri, dove ci fosse da maneggiare sistemi complicati e difficili “rebus”, e si è decisamente avverato. Ho lavorato diversi anni in importanti compagnie di assicurazioni, dove ho avuto la fortuna di incontrare persone meravigliose, preparate e disponibili che hanno lasciato un segno forte dentro di me. Mi hanno indirizzata e sostenuta anche quando è arrivato per me il momento di fare una virata improvvisa e totale rispetto alla strada che pensavo di dover percorrere.

Mi sono trasferita in Sardegna per seguire i miei amatissimi genitori, avevo bisogno di loro e loro di me. Non mi sono sottratta.

Il regalo più importante è stato quello di rendermi conto che volevo onorare la persona di mio padre, e onorare anche me, dandomi finalmente l’opportunità di creare qualcosa di totalmente mio, scaturito da quel seme di creatività che ho nel sangue e dalla volontà di dedicarmi oggi alle mie passioni trasformandole in una “brillante” attività.

Dunque, che tutto abbia inizio…